Lelio Orsini d’Aragona

Lelio Niccolò Orsini d’Aragona nasce a Roma nel 1981 da padre italiano e da madre georgiana, ha una laurea di primo livello in filosofia alla Pontificia Università della Santa Croce e a tutt’oggi gestisce la società immobiliare di famiglia oltre che la sua impresa agricola.
Appassionato del suo paese materno, ha sempre lavorato per la Georgia nell’ambito della soft diplomacy, a livello culturale e umanitario.
È presidente dell’associazione italo-georgiana “Scudo di San Giorgio” fondata nel 1991 e fautrice di numerose iniziative in ambito culturale e benefico ed in passato è stato nominato da parte del Governo Georgiano come facente parte di varie delegazioni ufficiali presso lo Stato della Città del Vaticano e la Santa Sede.
Nel gennaio 2014 viene insignito dall’attuale Presidente Rocca della C.R.I. e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezza Luna Rossa, quale Medaglia d’Oro della Croce Rossa Italiana per il ruolo svolto nell’ambito degli aiuti umanitari in Georgia, anche durante il conflitto del 2008: “In segno di gratitudine da parte dell’Associazione per lo spiccato valore morale ed umanitario – ispirato ai Principi Fondamentali del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa – dimostrato in lunghi anni di sostegno alla Croce Rossa Italiana. Fulgido esempio di abnegazione, si è sempre impegnato con generoso altruismo e a rischio anche della propria incolumità per il rispetto dei Diritti Umani, del Diritto Internazionale Umanitario e delle condizioni di vita della popolazione civile georgiana, realizzando azioni di straordinaria efficacia e di assoluta rilevanza tali da considerarlo uomo della Croce Rossa Italiana.”
Attualmente è inoltre Delegato per Roma e Lazio del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, entità riconosciuta dalla Repubblica Italiana e avente lo status consultivo presso le Nazioni Unite a partire dal 1 Agosto 2011.