L’edizione Autunno-Inverno della settimana della moda di Tbilisi si è svolta la scorsa settimana in posti molto belli di questa capitale, con il Tbilisi Balneological Resort come palcoscenico principale delle sfilate in programma.
La serata inaugurale è stata ospitata nel Palazzo Nazionale e presentato la collezione della brand SOLO, ispirata da un’attrice iconica georgiana degli anni d’oro del periodo dell’Unione Sovietica, Medea Japaridze.
Un tema simile è stato ripreso attraverso una presentazione semi-teatrale della famosa attrice locale Ia Sukhitashvili, con creazioni originali della brand iconica georgiana NINO, che è stata molto popolare durante gli anni dell’Unione Sovietica e resta tutt’oggi un capitolo molto significativo nel patrimonio della moda nazionale.
Questa volta un concorso per Nuovi Talenti faceva parte del programma ufficiale e ha dimostrato ancora una volta quanto talento da scoprire ci sia in Georgia. Hanno partecipato Elene Bakhtadze, Salome Mghebrishvili, Tamar Machavariani, Tatia Korsava, Nini Kavelashvili, Mariam Qemoklidze, Tato Londarize, Natia SamKharadze e Mariam Turmanidze. Siamo stati onorati di essere stati invitati a far parte della giuria internazionale.
Vincitrice all’unanimità è stata Tatia Korsava, con una collezione uomo ispirata dal lavoro del pittore georgiano Merab Abramishvili.
Abbiamo parlato brevemente con Tatia dietro le quinte, per saperne di più. Tatia ha 24 anni e ha studiato per quattro anni all’Accademia delle Belle Arti di Tbilisi.

 “Non mi aspettavo assolutamente di vincere il concorso e sono incredibilmente felice e grata in questo momento”, ha detto Tatia. Alla domanda su quali siano le sue speranze per il futuro, ha risposto con fermezza “Mi piacerebbe avere la possibilità di poter esprimere le mie idee e mostrarle al mondo, il mio sogno sarebbe quello di guadagnarmi da vivere con le mie creazioni. La cosa più importante è rimanere umili, lavorare sodo e rimanere fedeli alle proprie idee”.

Tatia ha certamente il talento e la motivazione per farlo – e le auguriamo un futuro brillante.
Oltre alle sue creazioni, altre collezioni presentate durante la competizione hanno dimostrato come la cultura della moda georgiana si stia evolvendo. Temi come abiti unisex – anche spinti a limiti più estremi del solito, paure e ossessioni che sono difficili da superare e una vasta gamma di emozioni unite all’impegno sociale erano tutti evidenti nelle collezioni presentate.
I designers di questa stagione erano un mix di brands nuove o conosciute – tutte ugualmente interessanti.
Mia Pailodze ha presentato una collezione molto bella, spigolosa e classica allo stesso tempo, dove l’influenza esercitata dalla sua attuale residenza italiana era espressa attraverso la scelta di temi e linee. La coerenza di Mia nel far rivivere la bellezza pura attraverso le sue creazioni continua a colpirci ogni volta e siamo convinti che avrà successo a livello internazionale in futuro.
Sayya – un marchio disegnato dall’Ucraina Luba Makarenko – ha portato in passerella abiti scintillanti e colorati ispirati dall’estetica e le sottoculture degli anni ’80 e ’90. La sua collezione – chiamata “Zombie” – vuole attirare ragazze che sprigionano energia allo stato puro e non hanno paura di conquistare grandi città e altrettanto grandi obiettivi.
Il nuovo brand di abbigliamento maschile russo 1377 ha presentato la sua prima collezione in assoluto, riscuotendo successo immediato.
Sasha – la designer – ha compiuto un lungo cammino lavorando nella moda e deciso di recente di dar vita ad un brand tutto suo, insieme a suo marito. Ci è piaciuta tantissimo la loro collezione unisex, ispirata dal profondo amore tra due esseri umani.
Ani Datukishvili, ex-studentessa dell’Istituto Marangoni di Parigi, ci ha impressionato ancora una  volta con una collezione minimalista e dai toni forti basata principalmente sul mix di bianco e nero come pilastri degli strati emotivi che intendeva trasmettere attraverso le creazioni. Il talento di Ani resta cristallino e non vediamo l’ora di assistere alla sua ulteriore evoluzione.
Siamo stati felicissimi di tornare a visitare il negozio di Mariam Gvasalia, per dare un’occhiata alle sue ultime creazioni.
Definire il lavoro di Mariam va oltre ogni standard, perché il suo genio è infinito. Siamo rimasti senza parole di fronte alla bellezza senza limiti, alla maestria e alla straordinaria creatività mostrata dalle sue creazioni. Le sue scarpe in particolare sono uniche nel loro genere, dei veri capolavori. Il lavoro visionario di Mariam, la sua forza intrinseca e i suoi sogni ci ispirano e commuovono sempre.
Escursioni creative significative nel programma sono state presentazioni come la collezione di accessori di Atelier Marta, che traduce momenti chiave della storia georgiana in incantevoli pezzi di gioielleria fatti a mano. Esempi di bellezza assoluta che non dimenticheremo.
Questa edizione è stata chiusa da uno spettacolo ipnotizzante di Keti Chkhikvadze, che ha fatto camminare le modelle in cerchio attorno a bolle giganti e su strati di neve finta, nella famosa Garden Hall.
Complimenti veramente a Tako Chkheidze, Maka Kubusidze e il loro fantastico Team.
Ci sono pochissime settimane della moda dove ci si sente a casa come succede a Tbilisi e l’immensa professionalità, il duro lavoro, la tenacia e l’energia che questo gruppo di persone straordinario riversa nel proprio lavoro sono esempi di come la passione vera  e l’impegno costante possano muovere montagne e lasciare un segno indelebile. Grazie mille e alla prossima!